Studiare all’estero PRO e CONTRO – La mia esperienza in Inghilterra

Sono passati quasi 2 anni, precisamente il 19 Settembre, da quando mi sono trasferito in Inghilterra, più precisamente a Sheffield, ed ho iniziato a studiare all’Università.
Penso ormai di essere in grado di stilare una lista di cose positive e negative dello studiare all’estero.
I PRO e i CONTRO, presenti in questo articolo, sono pareri assolutamente personali.
Inoltre non farò nessun paragone con l’università italiana, visto che non l’ho mai frequentata.

Il mio intento è quello di aiutarti raccontando la mia esperienza. Non sono qui per convincerti di espatriare o per dirti di rimanere in Italia. Semplicemente scriverò in questo articolo quello che ho vissuto, facendo un resoconto finale del percorso intrapreso un paio di anni fa.

Perchè ho deciso di STUDIARE ALL’ESTERO?

All’inizio non volevo iscrivermi all’università, volevo entrare direttamente nel mondo del lavoro. Poi girovagando su internet ho scoperto alcune cose interessanti. Tra le tante cose, ho scoperto che in Scozia l’università è gratuita per tutti gli studenti europei. Tutto questo mi ha invogliato a cercare e scovare più informazioni.
Ho visto che in Inghilterra invece c’è un sistema di “prestito”, per maggiori informazioni vai sul sito dello Student Finance England.

Mi ero promesso che se avessi iniziato un percorso di studio universitario, doveva essere prima di tutto interessante, stimolante, in un luogo dove poter conoscere persone da tutto il mondo e sopratutto avere possibilità lavorative una volta finito il percorso di studio. Il sistema universitario inglese aveva tutte queste caratteristiche e quindi ho provato ad iscrivermi all’università.

Naturalmente prima di prendere questa decisione ho fatto una ricerca sul costo della vita, per capire se la cosa era fattibile. Dopo un paio di calcoli, ho capito che non era una cosa impossibile da attuare in determinate città, tra cui Sheffield.

Studiare all'esteroQuali sono i PRO nello STUDIARE ALL’ESTERO?

Approfondire e migliorare le competenze linguistiche

Prima di partire, avevo già una buona conoscenza della lingua inglese. Ho già detto qual è il mio pensiero in questo articolo. Vivere e studiare in Inghilterra mi ha aiutato a migliorare molti aspetti della conoscenza della lingua inglese, come ad esempio: l’ascolto,
la pronuncia, formulare frasi più articolate e usare parole più complesse.
Leggi anche: 5 OTTIMI motivi per trasferirti FUORISEDE

Imparare e mettere subito in pratica

Nelle Università inglesi si fa molta pratica, questo tipo di approccio mi ha subito colpito ed affascinato.
Prima si fa la lezione teorica e il giorno successivo si va in laboratorio a mettere in pratica ciò che si è appreso. Questo vale anche per le materie più teoriche, applicando le varie teorie a casi reali.
Il tutto è molto affascinante e coinvolgente. Inoltre è molto comune svolgere attività di gruppo, che aiutano a migliorare la propria capacità nell’interagire e collaborare con altre persone.

Le risorse che l’Università mette a disposizione

Le università investono molti soldi su questo, cercano di offrire il meglio ai propri studenti.
Di solito mettono a disposizione biblioteche aperte 24 ore su 24, 7 giorni su 7; laboratori all’avanguardia; WI-FI gratuito per tutto il campus ecc.
Inoltre ogni Università inglese ha una propria Students’ Union, ovvero un edificio per studenti dove all’interno è possible trovare un’area ristoro, bar dove bere birra o un tea oltre ai servizi per aiutare gli studenti dal punto di vista accademico e finanziario.
Se hai voglia di scoprire tutto quello che offre la mia università clicca qui.

Lavorare part-time

In Inghilterra ci sono tantissime opportunità di lavoro part-time adatte agli studenti. Infatti oltre a studiare, lavoro come bartender/cameriere. Grazie a questo lavoro riesco a guadagnare quei soldi necessari per fare la spesa, pagare metà dell’affitto, comprarmi vestiti e uscire con amici. 
Inoltre lavorare part-time ti aiuta a sviluppare la capacità nell’organizzare il tempo (time management), cosa che molti datori di lavoro richiedono.
Naturalmente è possibile, e sarebbe anche meglio, trovare lavoro part-time correlato al proprio percorso di studio, in modo da acquisire l’esperienza necessaria per un futuro lavoro dopo l’Università.

Ottime opportunità per il futuro

Qui in Inghilterra alle Università interessa molto il futuro dei propri studenti, per vari motivi.
Le università in grado di fornire delle buone opportunità ai propri studenti dopo il percorso di studio, di solito sono in alto in classifica nei vari ranking e questo fa si che un’università diventi più prestigiosa. Quindi per le Università è un fattore molto importante.
Inoltre, molte università qui in Inghilterra collaborano con varie aziende del calibro di Microsoft, Rolls-Royce, IBM ecc.

Leggi anche: Il MIGLIOR metodo per organizzare un viaggio RISPARMIANDO!

Quali sono i CONTRO nello STUDIARE ALL’ESTERO?

Può costare tanto!

Dipende dove vuoi andare a studiare, tra le tasse universitarie e il costo della vita, la spesa da affrontare può essere molto elevata. 
Io ad esempio al momento non pago tasse universitarie, ma una volta laureato e ottenuto un reddito maggiore di 21k Sterline, dovrò iniziare a pagare le tasse universitarie che ho accumulato negli anni, che ammonteranno a circa 27k sterline, che NON sono poche. E’ un investimento su te stesso e sul tuo futuro, pensaci bene. Inoltre, anche la città in cui decidi di andare a studiare può essere molto cara, quindi scegli l’università anche in base a questo.

Sembrerà assurdo, ma io onestamente non trovo altri punti negativi nello studiare all’estero.  

In conclusione

Studiare all’estero, ovunque tu decida di intraprendere questo percorso è comunque un’esperienza UNICA! Incontrerai tante persone provenienti da tutto il mondo, ti aiuterà a crescere! 
Se non hai intenzione di fare la triennale all’estero, puoi pur sempre provare a fare l’Erasmus o dopo aver preso la laurea in Italia specializzarti oltre confine!
Personalmente, sono molto contento dell’esperienza che sto vivendo e lo rifarei altre 10000 volte.

Vuoi avere maggiori informazioni sulla mia esperienza?

Lascia un commento e condividi.

 

Seguimi su Instagram, FacebookTwitter ed Iscriviti alla Newsletter per essere sempre aggiornato!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *